DSP

Scopri chi è DSP

Sono sempre stata appassionata di profumi , essenze e bellezza. Mi sono laureata in Farmacia per proseguire l’attività di famiglia e avevo già cominciato a preparare alcune formulazioni per le clienti. Ho sostenuto l’esame per essere ammessa alla celebre ISIPCA di Guerlain – a Versailles, vicino a Parigi – che è la scuola di riferimento mondiale per la profumeria e la cosmetica. Ce l’ho fatta. La scuola è durata due anni e io sono stata la prima italiana uscita da quel contesto internazionale. 
Cosa significa creare un profumo?
È ancora un mestiere al 100% artigianale. La fragranza che emaniamo dice molto di noi stessi, della nostra storia, del carattere e dei gusti. Se l’abito non fa il monaco, l’odore, il profumo, lo fanno invece, eccome. Il profumo racconta immediatamente stile, inclinazioni, temperamento, abitudini svelando qualcosa, di chi lo sceglie. Ho sviluppato il mio lavoro fondando nel 2007 Fragrance Designer, una società produttrice di profumi su misura. sia per aziende sia per privati. Con questa attività posso frugare nello scrigno capiente, variegato e multicolore delle essenze di natura. Posso individuare gli aromi più vicini a ciascuna personalità, cucendoli insieme secondo le misure prese al committente e confezionare l’abito profumato più corretto – quello che esprime meglio storia, anima e immagine – per poi racchiuderlo in un packaging suggestivo.

Esiste una via femminile al profumo?

Non me lo sono mai chiesta, anche se naturalmente la linea di eau de parfum di lusso a cui ho dato il mio nome riflette il mio stile. A scuola ti danno delle regole, però poi il profumiere è come uno scrittore a cui l’editore lascia la possibilità di giocare. Quando diventi abbastanza bravo, riesci a creare qualcosa di imprevedibile. A un profumiere, tuttavia, è richiesto di perdere soggettività. La bravura sta nel creare qualcosa che rappresenta il tuo cliente e non te stesso. Maschile e femminile non sono più categorizzati come un tempo e la fragranza può essere acquistata indistintamente da chiunque la apprezzi, nonostante dal punto di vista commerciale faccia ancora comodo distinguere i profumi in base al sesso.

Ispirazioni

Ho avuto la fortuna di avere come insegnante Jean Claude Ellena, uno dei più grandi profumieri del mondo, consacrato nell’Olimpo olfattivo dopo aver creato alcune celebri fragranze di Hermès (i Jardins e Terre d’Hermès). Lui rimane un mio punto di riferimento insieme a Jean-Jacques Etienne, che è stato presidente della Società Francese di Cosmetologia. Alle prime armi, avevo inviato a Etienne il mio profumo ROSE e in un articolo sulla rivista Fragrantica l’aveva individuato come la fragranza che più mi rappresentava. È stato il riconoscimento della mia personalità come creatrice di profumi, una soddisfazione immensa.

Sogni nel cassetto? 
Il mio sogno lo sto realizzando adesso. Oltre all’attività di FRAGRANCE DESIGNER sto creando profumi per i privati, vis a vis, su misura. Creare una eau de parfum personalizzata in atelier è un’esperienza unica e un lusso per chi la indossa. In laboratorio si distilla l’animo di una persona: quel profumo rappresenta ciò che la persona vuole che il mondo veda attraverso un senso delicatissimo e infallibile come l’olfatto.
Creare una fragranza è un percorso introspettivo durante il quale capisco quali materie prime scegliere, dando un senso ad ognuna e costruendo la sua piramide olfattiva.

"L’odore che hai in testa non viene via con milioni di docce."